Dettagli

Non riesco a spiegare, scrivere, parlare, mettere ordine perciò: questo è l’elenco di 10 cose che in questi giorni mi hanno fatto da ombrello per la tempesta

1. Questa frase: “Solo chi fa domande sui dettagli ha provato a sentire cosa sente il tuo cuore. I dettagli. I dettagli sono un modo di amare davvero.”

2. Qualche musica sparsa, che il cuore riesce a cogliere meglio della testa

3. Mettere ordine in camera mia, ritrovare vecchie cose, vecchi pensieri, mettere un acchiappasogni blu proprio sopra il letto.

4.Qualche conversazione notturna, iniziata per caso, con qualcuno che come me non va a dormire presto

5. Chi ha sopportato il mio malumore, concentrandosi sui dettagli,

6. il mio naso rosso e un soffione trovato per caso fuori di casa,

7. Un tramonto immortalato con la macchina fotografica sul terrazzo

8. il vento che mi ha soffiato sulla faccia, che mi fa pensare che non accada tutto per caso.

9. Il silenzio che sto provando a fare, nonostante tutto il mio essere si opponga.

10. Il film che ho visto stasera, che ho aspettato tanto dopo aver letto il libro e che non mi ha deluso, sono uscita con qualcosa in più di quando sono entrata (per chi non lo avesse ancora visto “Bianca come il latte, rossa come il sangue)

Per il resto la tempesta non è ancora passata, ma è solo questione di tempo, ci sono domande  a cui devo ancora rispondere, cose che devo ancora chiedere, che devo capire…

“Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza…”

Immagine

Annunci

Ed io avrò cura di te.

Questi tre giorni ho scoperto:

1. Che ho una paura allucinante di tutte le novità, ho paura di non essere per niente all’altezza, di non avere le capacità che servono.

2. Che poi se mi spremo per bene ho delle belle capacità.

3. Che posso vincere la mia voglia di fuggire e convincere i miei istinti primordiali che RIMANERE  è meglio: perché le novità se si affrontano poi diventano cose conosciute e familiari: sicure.

4. Che l’abbraccio di un clown che si offre di prendersi cura di te è come quello di un amico che conosci da una vita, magari sotto le note di una bella canzone,  ritorno per alcuni secondi nel grembo materno, nulla può succedermi, tutto andrà bene.

5. Che alcune cose che mi mancavano profondamente, nella mia parte più nascosta, quella che non ammetterò mai di avere.

6. Ancora una volta che l’amicizia è la forza più grande. La cura e l’attenzione per l’altro sono le forze più grandi del mondo. Con o senza naso rosso.

7. Che è “prendermi cura” che voglio fare da grande.

8. Che nonostante la voglia di fuggire a questo naso rosso ci tengo tanto, tengo tanto però soprattutto a l’amore che ho ricevuto: diretto, che manda quasi nel panico.

9. Che posso far capire quello che sento senza parlare: con mani, piedi, abbracci, respiri.

10.Che sono la “benvenuta” in un’altra famiglia. 

“Perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te”

Immagine